odontoiatra

IMPLANTOLOGIA OSSEA

Implantologia ossea
L’implantologia dentale consiste nell’inserimento nell’osso mascellare o mandibolare (privo del dente naturale) di pilastri che, una volta integrati nell’osso stesso, potranno supportare un dente artificiale idoneo a svolgere la sua funzione.
I vantaggi dell’implantologia dentale si possono riassumere in tre punti:
  1. sostituzione del dente o dei denti mancanti in modo funzionale, estetico, duraturo nel tempo e di sicuro successo;
  2. conservazione dell’integrità dei denti naturali vicini ai denti mancanti che non vengono coinvolti nella protesi;
  3. ricostruzione e conservazione dell’anatomia di osso e gengive delle aree edentule.
Un impianto dentale è costruito in titanio, metallo di larghissimo uso in chirurgia per la sua neutralità biologica che ne assicura l’accettazione dell’ organismo. La loro superficie è trattata in modo da esaltare la possibilità di OSTEOINTEGRAZIONE (ovvero dell’incorporamento totale nella compagine ossea) che in ricerca è stata ben studiata ed accertata grazie alla microscopia elettronica.


I migliori impianti moderni sono accessoriati con un ricco corredo di connettori al dente artificiale che sorreggeranno, in modo da assicurare oltre che una pulizia perfetta anche un’estetica ottimale rispetto al contorno gengivale sottostante. Quest’ultimo fattore è determinante per un buon esito dell’intervento nelle zone scoperte dal sorriso.
Dopo l’intervento chirurgico occorre aspettare un tempo variabile e comunque non superiore a quattro mesi per poter procedere alla protesizzazione ovvero al CARICO IMPLANTARE con un dente artificiale in metalloceramica, in resina oppure in vetropolimero, tutti materiali di elevato valore estetico.
implantologia dentale
protesi fissa
Share by: